Novità

In questa sezione dedicata interamente alle novità sui calcoli renali, troverete tutte le ricerche mediche e scientifiche, le statistiche e i nuovi metodi per eliminare la fastidiosa calcolosi renale.

Le bibite dolci fanno aumentare il rischio di calcoli renali

20 maggio 2013: una recente analisi di un’importante Università americana ha messo in evidenza che coloro che fanno uso di bevande dolci hanno un rischio più elevato del 25 % di venir colpiti da calcolosi renale. Il campione analizzato dagli studiosi è sicuramente importante e la ricerca è durata più di 7 anni. Quindi il consiglio è di bere meno bevande gassate e dolci e fare più uso di succhi di frutta.

A Forlì stabilito un nuovo protocollo per combattere la calcolosi renale

8 maggio 2013: la città di Forlì è una delle prime a stabilire un protocollo per combattere e curare i calcoli renali. In considerazione dell’alto numero di casi di calcoli renali che si registrano anche nella Provincia di Forlì e del fatto che circa 2 persone al giorno si portano al Pronto Soccorso degli ospedali cittadini, è stato stabilito un piano che coinvolga tutta la filiera medica per dapprima curare i sintomi acuti e poi riabilitare il paziente. Nella riunione relativa alla stipula del protocollo erano presenti i maggiori urologi emiliani e altro personale medico e infermieristico che sarà coinvolto nell’interessante progetto per l’eliminazione dei dolori derivanti dai calcoli renali.

I calcoli renali possono anticipare l’infarto

3 aprile 2013: a Roma si sono ritrovati i maggiori esperti per parlare di malattie problematiche e nella circostanza è stato affrontato il problema dei calcoli renali. Quest’ultimi non sono una malattia a parte ma va a braccetto anche con altri tipi di disordini. Si è verificato infatti che vi è una maggiore probabilità nei pazienti con calcoli renali o già colpiti da calcolosi renale di avere un infarto o un altro qualsiasi problema cardiovascolare. In questo senso i calcoli vengono considerati una sorta di anticipatori di ictus o infarto. Non tutti coloro che soffrono di calcoli, comunque, avranno un problema cardiovascolare ma le statistiche sono concordi nel confermare quanto sopra.

Gli alimenti che fanno e non fanno bene per i calcoli renali

23 aprile 2013: recenti studi hanno confermato che vi sono particolari alimenti di uso quotidiano,o comunque comune, che non fanno bene ai calcoli renali. Tra questi alimenti vi sono alcune verdure come gli asparagi e le barbabietole (all’interno vi è ossalato di calcio) mentre è assolutamente da evitare la carne di agnello (è molto ricca di purine) a favore di carni bianche. Un alimento, anzi una bevanda, che fa bene per eliminare la calcolosi renale è la birra mentre lo yogurt, tanto ostentato per le sue caratteristiche salutari, deve essere assunto con moderazione. Anche la lecitina di soia, ottimo alimento per la prevenzione del colesterolo, è invece controindicato in caso di predisposizione al calcolo renale.