Abitudini alimentari e di stile di vita per prevenire i calcoli renali

Si stima che un italiano su 10 soffrirà di un calcolo renale ad un certo punto della propria vita. I calcoli renali possono essere molto dolorosi, ma se si ha un calcolo renale, si può riuscire a gestirlo con rimedi a domicilio. Ecco alcune indicazioni per la prevenzione e alcune informazioni su come curare i calcoli renali a casa da soli.

Cosa sono i calcoli renali?

I reni funzionano per filtrare il materiale di scarto e il liquido in eccesso nelle urine. Un calcolo renale si forma quando si accumula una certa quantità di rifiuti chimici e non c’è abbastanza fluido per filtrarli correttamente. Quando ciò accade, le sostanze chimiche si cristallizzano e alla fine formano un calcolo che può continuare ad ingrandirsi a meno che non sia passato fuori dal corpo attraverso l’urina. I calcoli molto piccoli (delle dimensioni di un granello di sale) possono essere passati senza difficoltà, ma i calcoli più grandi (delle dimensioni di una piccolissima pietra) possono causare un dolore significativo quando si muovono attraverso i vasi stretti dove l’urina esce dai reni. Se un calcolo renale diventa troppo grande, può portare ad un blocco di questi vasi e impedire il flusso dell’urina.

Rimedi a casa per i calcoli renali

Ricordate che chi stabilirà come curare i vostri calcoli dovra essere il vostro medico curante. I calcoli più grandi necessitano probabilmente di cure mediche. Devono essere scomposti in modo che siano abbastanza piccoli da passare attraverso le vie urinarie o essere rimossi chirurgicamente. I calcoli più piccoli, invece, possono passare senza interventi di questo tipo. Se il vostro medico vi suggerisce un trattamento domiciliare per i calcoli renali, la cosa migliore da fare è bere molta acqua. Bere liquidi extra aiuterà ad evitare che i calcoli si ingrossino e diventino più fastidiosi. Vi aiuterà anche a segnalare al vostro corpo di urinare, in modo che il calcolo possa passare attraverso l’urina. Poiché i calcoli renali causano dolore, potete richiedere informazioni al vostro medico curante sull’utilizzo di un antidolorifico da banco, come l’ibuprofene o l’acetaminofene. (Basta essere sicuri di utilizzare questi farmaci come indicato).

Come prevenire i calcoli renali

Alcune raccomandazioni per la prevenzione dei calcoli renali sono mirate al tipo di calcolo renale che hai avuto, ma ci sono abitudini generali di dieta e di stile di vita che possono ridurre il rischio complessivo.

  • Bere molti liquidi: I calcoli sono meno probabili che si formino quando si è adeguatamente idratati. Saprai di essere idratato quando le tue urine sono giallo pallido o chiare, ma generalmente si suggerisce di bere 8-12 bicchieri d’acqua al giorno. Inoltre, assicuratevi di reintegrare qualsiasi liquido che state perdendo attraverso il sudore. Se state partecipando a sessioni di allenamento intenso o passando del tempo all’aperto quando fa caldo, assicuratevi di reidratarvi a sufficienza.
  • Fate attenzione all’apporto di sodio: La maggior parte delle persone assume più del limite di sodio suggerito di 2.300 milligrammi al giorno. La maggior parte del sodio nella vostra dieta proviene da alimenti confezionati, anche sani, come i cereali integrali e il pane. Un eccesso di sodio nella vostra dieta può aumentare le probabilità di un calcolo renale, quindi limitare le fonti come fast food e pasti al ristorante e cibi confezionati pieni di sale. È più facile ridurre l’apporto di sodio quando ci si concentra sul consumo di cibi naturali o poco elaborati.
  • Abbracciate una dieta vegetariana: Le proteine animali possono contribuire alla formazione di calcoli renali. Per ridurre le probabilità, provate a fare un mix di cibi a base di piante – come verdure, frutta e cereali integrali – al centro dei vostri pasti e mangiate proteine animali meno frequentemente e in porzioni più piccole. Le proteine vegetali, come i legumi (fagioli, legumi e piselli), possono sostituire la carne durante i pasti o possono essere servite insieme a porzioni più piccole di proteine animali.
  • Assumete il vostro fabbisogno di calcio dal cibo: Il tipo più comune di calcolo renale è chiamato calcolo del calcio. Il calcio proveniente da fonti alimentari può effettivamente aiutare a prevenire la formazione di questo tipo di calcoli renali. Infatti, un basso apporto di calcio è legato ad un aumento del rischio di questi calcoli.
  • Siate intelligenti con gli integratori: Mentre una dieta ricca di calcio può aiutare a prevenire la formazione di calcoli renali, gli integratori di calcio sono collegati ad un aumento del rischio.
4 consigli per rimanere idratati

Poiché rimanere idratati è una strategia di prevenzione e di trattamento al top, considerate questi consigli per aiutarvi ad aumentare l’assunzione di acqua.

  • Impostate un promemoria telefonico: Se vi ricordate raramente di bere acqua, usate il vostro smartphone per ricordarvelo.
  • Mettete una bottiglia d’acqua sulla vostra scrivania: Tenete una bottiglia d’acqua davanti e al centro come promemoria da bere. È utile pensare alla vostra giornata in parti – diciamo prima e dopo pranzo. Provate a bere una bottiglia in ognuna di queste finestre temporali.
  • Aggiungete del sapore: Se l’acqua sembra troppo blanda per i vostri gusti, ravvivatela con una spruzzata di succo d’arancia o limone o qualche cubetto di ghiaccio pieno di succo o frutta.
  • Mangiate cibi ricchi di acqua: I cibi come il melone, l’uva, i pomodori e i cetrioli forniscono un po’ d’acqua per aiutarvi a soddisfare le vostre esigenze di liquidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *