Il massaggio anticellulite fai da te

Tutte ne parlano, tutte li vogliono. Di cosa stiamo parlando? Ma del massaggio anticellulite. Eh sì, perchè questo problema, che affligge perlopiù la popolazione femminile, è una spina… sui fianchi (e non solo) di molte donne.

Il massaggio anticellulite solitamente si dividono in due: il linfodrenaggio, che agisce a livello più superficiale, e il connettivale, che interessa lo strato di tessuto più profondo.

Solitamente bisognerebbe affidarsi alle mani di massaggiatori specialisti ma non pensiate che sia così difficile compiere il massaggio anticellulite: infatti, se non potete o non volete recarvi dai professionisti del settore, sappiate che i massaggi potete farli voi stesse. Come? Per prima cosa sarebbe consigliato acquistare un olio per massaggi. Sarebbe meglio scegliere tra gli olii drenanti, come limone, rosmarino, menta, ma non abbiate paura di variare: chiedete semplicemente alla vostra erborista di fiducia che saprà indicarvi molte più scelte.

Dopo l’acquisto della lozione, il passo successivo è l’automassaggio: è consigliato eseguire il massaggio anticellulite due-tre volte alla settimana, con una durata che varia dai 15 ai 20 minuti. Ovviamente, se massaggerete le zone interessate dopo la doccia, gli effetti saranno amplificati, poichè la pelle stessa risulterà più ricettiva. Una cosa importante da ricordare è che il massaggio risulta efficace se segue il ritorno venoso: cominciate quindi ad automassaaggiarvi dalle caviglie fino alle cosce, continuamente dal basso verso l’alto, concentrate e ripetete il massaggio sulle zone interessate circa una decina di volte.

Per rendervi più pratico il concetto, dovrete far finta di “impastare” il vostro corpo: pizzicate, , comprimete, strizzate, effettuate dei movimenti circolari con i pollici.

In questo modo, il massaggio aiuterà a rilassare non solo i muscoli ma stimolerà anche il sistema circolatorio, linfatico e nervoso, favorendo il processo di eliminazione delle tossine.